ZFM, ventiduesimo giorno di presidio a Irosa. Comitato e sindaci a difesa del diritto di residenza. Il comitato: «Non ce ne andremo»

Al presidio attendono la visita del presidente Miccichè

Anche oggi il comitato promotore per l’istituzione delle zone franche montane in Sicilia ha garantito la presenza al camper parcheggiato, da 22 giorni, nei pressi dello svincolo autostradale di Irosa (A19)
Il presidio è stato allestito per sensibilizzare la deputazione di Camera e Senato, eletta in Sicilia, a sostenere l’esito della prima Legge di prospettiva della storia della Regione Siciliana, approvata il 17 dicembre 2019. Ovvero, le disposizioni concernenti l’istituzione delle zone franche montane in Sicilia.
Attualmente la Legge voto, sottoposta ai due rami del Parlamento della Repubblica, ai sensi dell’articolo 18 dello Statuto” – in quanto non sono state ancora (!) emanate delle corrette norme di attuazione dello Statuto in materia finanziaria – segna il passo presso la sesta commissione Finanze e Tesoro del Senato, presieduta dal senatore abruzzese Luciano D’Alfonso.
Nonostante la disponibilità a definire l’iter di D’Alfonso e della presidente del Senato, Elisabetta Casellati. Per un ritardo di comunicazione tra il Governo regionale e gli Uffici della Commissione la valutazione della norma siciliana ha dovuto fare strada ai vari “ristori” e alla Legge di Bilancio statale.


«La nostra è una battaglia di civiltà – ribadiscono, dal camper di Irosa, i rappresentanti del Comitato – insieme ai nostri sindaci rivendichiamo il diritto di risiedere nelle nostre montagne. Un diritto che non ci faremo togliere da nessuno e che non può prescindere dalla fiscalità di sviluppo che attendiamo da troppo tempo».
«Le nostre genti – continuano – attendono da oltre 2087 giorni la piena attuazione della norma che, teniamo a puntualizzare, non rivendica alcun vantaggio. Al contrario, compensa un’ingiustificata sperequazione di trattamento, tra le zone costiere e le montagne. Tra la Sicilia e il resto dell’Italia».
«Non scioglieremo presidio – concludono – fino a quando non verrà riconosciuta la decisione unanime del Parlamento siciliano».
Parlamento presieduto dal presidente Gianfranco Miccichè, atteso al presidio nei prossimi giorni.

Per approfondire: https://www.zonefranchemontanesicilia.it/

Nella foto esterna, da sinistra: Francesco Castagna, Lillo Spitale, Vincenzo Lapunzina e Stefano Marabeti
Nella foto all’interno del camper, da sinistra: Vincenzo Lapunzina, Lillo Spitale e Stefano Marabeti

Share
Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Sostieni ilcaleidoscopio.tv, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto!
Scegli la nostra testata per pubblicizzare la tua attività oppure diventa abbonato sostenitore con un libero contributo. La nostra è un'informazione libera, senza alcun condizionamento. Ogni giorno ti offriamo gratuitamente numerose notizie ed approfondimenti redatti con scrupolo e professionalità.
La cessione degli spazi pubblicitari e i contributi dei lettori servono a sostenere i costi per il nostro lavoro che, in questo particolare momento storico, come tutte le attività, stenta a ripartire.
Se hai terminato di consultare l'articolo o il video che ti abbiamo offerto in questa pagina, stai leggendo il nostro appello.
Sostienici, anche con un contributo minimo, farai tuo questo giornale, dando voce all'informazione libera.
Puoi fare una donazione subito cliccando sul banner SOSTIENI LA STAMPA LIBERA.
Grazie
La redazione

Donazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat