ZFM in Sicilia, dalle “Autonomie Locali Sicilia” al Senato della Repubblica. Solidarietà al comitato e ai sindaci

Drago: «Il Senato sta contravvenendo agli articoli 73 e 74 del Regolamento»

L’associazione “Autonomie Locali Sicilia” (ALI) al fianco del comitato e dei sindaci per l’istituzione delle zone franche montane in Sicilia.
Intanto, la notizia del presidio di Irosa è stata resa nota in Aula dalla senatrice Tiziana Drago.

“Nella consapevolezza che le proposte provenienti dai territori e dagli amministratori locali danno sempre il senso della verità, – si legge nella nota dell’ufficio di presidenza di ALI  – condivide convintamente la battaglia per il riconoscimento legislativo delle Zone Franche Montane ed è al fianco del comitato regionale promotore e dei sindaci che in questi giorni stanno organizzando un presidio permanente nei pressi dello svincolo di Irosa sulla Palermo – Catania”.

Si tratta di “una giusta rivendicazione per la sopravvivenza delle aree interne – continuano –  che vivono un drammatico momento caratterizzato da un forte disagio di tipo sociale, economico ed occupazionale”.

Il presidente di ALI Sicilia, Francesco Cacciatore, che è anche sindaco del Comune di Santo Stefano di Quisquina, per interagire con il comitato e i sindaci ha delegato l’ex sindaco di Aliminusa, Filippo Dolce, “grande conoscitore delle tematiche delle aree interne”.

sen. Tiziana Drago

La notizia del presidio di Irosa è stata data a Palazzo Madama dalla senatrice catanese Tiziana Drago  a conclusione di un intervento-denuncia sulla mancata applicazione dello Statuto autonomistico siciliano, quindi sulle «illegalità che venivano sanate rendendo legale ciò che era e rimane illegale, incostituzionale e insostenibile». (Clicca QUI per ascoltare l’intervento)

«Altra violazione riguarda la mancata esitazione di una Legge della Regionale siciliana, – chiosa la senatrice – votata all’unanimità dalla deputazione tutta, relativa all’istituzione delle zone franche montane. Sono 132 i Comuni coinvolti e da diciotto giorni dei loro rappresentanti manifestano in contrada Irosa, lungo la Palermo-Catania, per chiedere il completamento dell’iter legislativo. Il Senato sta contravvenendo agli articoli 73 e 74 del Regolamento».

Share
Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Sostieni ilcaleidoscopio.tv, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto!
Scegli la nostra testata per pubblicizzare la tua attività oppure diventa abbonato sostenitore con un libero contributo. La nostra è un'informazione libera, senza alcun condizionamento. Ogni giorno ti offriamo gratuitamente numerose notizie ed approfondimenti redatti con scrupolo e professionalità.
La cessione degli spazi pubblicitari e i contributi dei lettori servono a sostenere i costi per il nostro lavoro che, in questo particolare momento storico, come tutte le attività, stenta a ripartire.
Se hai terminato di consultare l'articolo o il video che ti abbiamo offerto in questa pagina, stai leggendo il nostro appello.
Sostienici, anche con un contributo minimo, farai tuo questo giornale, dando voce all'informazione libera.
Puoi fare una donazione subito cliccando sul banner SOSTIENI LA STAMPA LIBERA.
Grazie
La redazione

Donazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat