Pentathlon, Bittner eletto presidente Fipm “Ora serve rinnovamento”

ROMA (ITALPRESS) – Fabrizio Bittner torna a guidare la Federazione italiana pentathlon moderno dopo una breve parentesi tra fine 2016 e inizio 2017 e poi l’esperienza da vicepresidente sotto la guida di Valter Magini. La XVIII Assemblea Nazionale Ordinaria Elettiva, riunita all’Hilton Rome Airport di Fiumicino, ha premiato il dirigente sportivo piemontese, che ha ottenuto il 57,66 per cento dei voti validamente espressi, mentre il principale sfidante, Attilio Parisi, non è andato oltre al 42,29 per cento, con una scheda bianca e nessuna preferenza per il terzo candidato, Enzo Arus. “La Federazione ha bisogno di un profondo rinnovamento – ha dichiarato il nuovo presidente, al secondo mandato alla guida della Fipm – Sono contento del risultato ottenuto, anche se resta ancora una federazione un pò divisa. Da domani saremo subito al lavoro cercando di unificare tutto ciò che resta ancora diviso: vogliamo ristrutturare profondamente l’attività e innovare con un programma positivo che mi auguro porti la Fipm ai fasti di un tempo”. Bittner riprende dunque in mano il pentathlon moderno italiano, ancora commosso per la scomparsa dell’ex presidente Magini, appena due settimane fa. Per il nuovo quadriennio gli obiettivi sono chiari: “Dobbiamo lavorare immediatamente in funzione di Tokyo, sperando che le Olimpiadi si facciano – ha spiegato il piemontese – Il nostro obiettivo principale a livello sportivo è la medaglia olimpica, poi naturalmente è fondamentale la promozione dell’attività su tutto il territorio per incrementare i numeri e raggiungere risultati sempre più di alto livello”.(ITALPRESS).

Share
Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Sostieni ilcaleidoscopio.tv, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto!
Scegli la nostra testata per pubblicizzare la tua attività oppure diventa abbonato sostenitore con un libero contributo. La nostra è un'informazione libera, senza alcun condizionamento. Ogni giorno ti offriamo gratuitamente numerose notizie ed approfondimenti redatti con scrupolo e professionalità.
La cessione degli spazi pubblicitari e i contributi dei lettori servono a sostenere i costi per il nostro lavoro che, in questo particolare momento storico, come tutte le attività, stenta a ripartire.
Se hai terminato di consultare l'articolo o il video che ti abbiamo offerto in questa pagina, stai leggendo il nostro appello.
Sostienici, anche con un contributo minimo, farai tuo questo giornale, dando voce all'informazione libera.
Puoi fare una donazione subito cliccando sul banner SOSTIENI LA STAMPA LIBERA.
Grazie
La redazione

Donazione
WhatsApp chat