25 Novembre 2020

Covid balzo record in Svizzera, iniziano chiusure a tappeto


 “Quello che ci unisce è molto più forte delle differenze. Tutti noi vogliamo che la Svizzera superi questa crisi in modo unito”.

Anche la Presidente della Confederazione svizzera Simonetta Sommaruga, restia a prendere misure severe anti Covid, chiude le discoteche e anticipa la chiusura di bar e ristoranti alle 23.

“Sono misure difficili, che toccano fortemente la vita sociale ed economica del Paese” dice il capo del Dipartimento federale dell’interno, Alain Berset.

Vietati eventi con oltre 50 persone, vietati gli sport con oltre 15 persone. Dad alle università. Esteso l’obbligo di mascherina in spazi pubblici, da 12 anni in su, e al lavoro se non c è distanziamento.

Il numero di casi da Covid 19 in Svizzera è salito a livelli record, con tassi di infezione di gran lunga superiori a quelli dell’Italia o della Germania. Un balzo di 8.616 infezioni in un giorno (su 8 milioni di abitanti è davvero un numero enorme) e il governo – già criticato per la sua lentezza – si è riunito per l’inasprimento delle restrizioni.

Le strutture sanitarie intanto stanno lottando per far fronte a alla nuova ondata, fra medici richiamati dalla pensione e operatori in prima linea che si ammalano.

(askanews)

Share
Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Sostieni ilcaleidoscopio.tv, abbiamo bisogno anche del tuo aiuto!
Scegli la nostra testata per pubblicizzare la tua attività oppure diventa abbonato sostenitore con un libero contributo. La nostra è un'informazione libera, senza alcun condizionamento. Ogni giorno ti offriamo gratuitamente numerose notizie ed approfondimenti redatti con scrupolo e professionalità.
La cessione degli spazi pubblicitari e i contributi dei lettori servono a sostenere i costi per il nostro lavoro che, in questo particolare momento storico, come tutte le attività, stenta a ripartire.
Se hai terminato di consultare l'articolo o il video che ti abbiamo offerto in questa pagina, stai leggendo il nostro appello.
Sostienici, anche con un contributo minimo, farai tuo questo giornale, dando voce all'informazione libera.
Puoi fare una donazione subito cliccando sul banner SOSTIENI LA STAMPA LIBERA.
Grazie
La redazione

Donazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat